Nuova intimidazione a giornalista Rai del Friuli Venezia Giulia

Red/Nav

Roma, 29 ago. (askanews) - Ancora una grave intimidazione nei confronti del giornalista della Rai Giovanni Taormina, in servizio al Tgr del Friuli Venezia Giulia. In una nota si ricorda che è il secondo episodio nel giro di pochi mesi.

Nella mattina di oggi il cronista ha trovato sul sedile della propria auto tre proiettili. La vettura era parcheggiata davanti alla propria abitazione ed era regolarmente chiusa. L'11 aprile scorso Taormina aveva trovato sul muro di recinzione della sede Rai di Udine una busta a lui indirizzata contenente due proiettili, insieme a una foto con il suo volto cerchiato e coperto da una croce.

Fnsi, Usigrai, Associazione Stampa del Friuli Venezia Giulia, CdR della Rai Fvg, CdR del Giornale Radio Rai, Ordine dei Giornalisti "oltre a esprimere a lui la totale solidarietà e vicinanza" si augurano "che presto vengano individuati i responsabili di queste minacce. Chiediamo alle autorità di fare tutto il necessario per garantire l'incolumità di Giovanni Taormina e per consentirgli di continuare a svolgere liberamente il suo lavoro".