Nuova linea di collegamento Italia-Svizzera da 1.000 mw: investimento Terna di 1,2 mld

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 lug. (Adnkronos) – Nel Piano di Sviluppo 2021 Terna ha programmato una nuova linea di collegamento tra l’Italia e la Svizzera da 1000 mw di potenza, la cui realizzazione è legata al progetto di razionalizzazione della rete in alta tensione di Valtellina e Valchiavenna (in provincia di Sondrio) che porterà alla demolizione di quasi 500 km di elettrodotti esistenti e all’interramento di linee aeree. Per questo importante intervento Terna ha pianificato un investimento di oltre 1,2 miliardi di euro. E' quanto emerge dal nuovo piano di Sviluppo 2021 di Terna che è stato illustrato oggi dall'ad Stefano Donnarumma.

Nel Piano di Sviluppo 2021 di Terna, oltre alla nuova linea di collegamento tra l’Italia e la Svizzera da 1000 MW di potenza, il gruppo guidato da Stefano Donnarumma investirà circa 750 milioni di euro per la realizzazione di un nuovo cavo sottomarino con la Grecia da 500 MW di potenza e 200 km di lunghezza. Il progetto raddoppierà l’attuale capacità di scambio tra i due Paesi e favorirà una maggiore integrazione delle fonti rinnovabili.

Confermato nel Piano di Sviluppo 2021 il progetto Sa.Co.I.3, il rifacimento del collegamento tra Sardegna-Corsica-Italia.

Queste interconnessioni, insieme agli elettrodotti tra Italia-Francia, Italia-Tunisia e Italia-Austria, consentiranno al nostro Paese, in virtù della sua posizione geografica strategica, di rafforzare il ruolo di hub elettrico dell’Europa e dell’area mediterranea, diventando protagonista a livello internazionale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli