Nuova mappa tattile che racconta la Galleria Borghese

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 giu. (askanews) - La Galleria Borghese ha proseguito, durante il periodo di chiusura al pubblico, nell'impegno di creare maggiori condizioni di accessibilità del suo straordinario patrimonio, collocando nel giardino della fontana, di fronte all'ingresso posteriore del museo, la seconda mappa tattile che, in aggiunta alla precedente, completa la descrizione dell'edificio. Un modo per il museo di raccontarsi a partire dall'esterno per comunicare la sua attitudine all'accoglienza e alla sensibilità nei confronti di tutti i visitatori, in particolare quelli con fragilità.

La prima mappa tattile era stata collocata nel settembre 2019 sul piazzale antistante il museo ed è ormai divenuta un punto di riferimento per chi percorre il parco e si trova dinanzi la facciata della Galleria Borghese, oltre che un luogo di incontro e di raduno per chi si accinge a visitarla.

Le mappe tattili di luogo offrono rappresentazioni a rilievo contrastate visivamente, accompagnate da testi esplicativi in italiano, in inglese e in Braille, con l'obiettivo di favorire l'orientamento e la riconoscibilità di un luogo per TUTTI con particolare attenzione nei confronti delle persone con disabilità della vista per le quali sono uno strumento imprescindibile.

La partecipazione, per il secondo anno alla IX edizione della Biennale Arteinsieme - cultura e culture senza barriere, promossa dal Museo Statale Tattile Omero, metterà le due mappe al centro di un itinerario multisensoriale dedicato alla personalità del Cardinale Scipione Borghese, nipote di papa Paolo V. Un percorso che si snoderà per lo più all'esterno del Casino Nobile e che si concluderà nel portico, raccontando le passioni del Cardinale, attraverso la storia dei luoghi, grazie ai materiali d'archivio e alle testimonianze dei viaggiatori del Seicento e Settecento.

Tutti insieme per Villa Borghese - arte, natura e architettura, questo il titolo dell'itinerario, è stato pensato come un'occasione periodica di incontro e scambio tra diversi tipi di pubblico per valorizzare in modo attivo l'eredità culturale e promuovere uno sguardo sensibile degli stessi pubblici nei confronti della diversità.

L'iniziativa sarà gratuita e si svolgerà sabato 2 e domenica 3 ottobre dalle 10 alle 12, per poi essere riproposta in futuro. Potranno partecipare 15/20 persone al massimo, tra adulti e bambini, persone con disabilità e fragilità diverse, singoli e associazioni con le quali il museo sta riavviando progetti già in corso, interrotti a causa della pandemia.

La mappa tattile è stata offerta da Rti Lgr Appalti srl e Ires srl ed è stata realizzata da Archimedia 181 srl.

Per informazioni e prenotazioni: ga-bor.accessibilita@beniculturali.it.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli