Nuova Mazda CX-60: il SUV ibrido debutta nel segmento premium.

(Adnkronos) - Mazda CX-60 è un SUV ibrido elegante dotato di una tecnologia avanzata. Rappresenta il debutto del marchio di Hiroshima in un segmento di mercato totalmente nuovo, lo Sport Utility Vehicle giapponese ha numerosi assi nella manica per competere ad armi pari con l’agguerrita concorrenza tedesca.

La Mazda stradale più potente di sempre, la prima dotata di alimentazione ibrida plug-in, la CX-60 porta al debutto una serie di soluzioni del tutto inedite tra cui il sistema di regolazione automatica della seduta per il guidatore ma anche una struttura, la “Large Platform” che sarà utilizzata anche per il lancio di un nuovo modello nei prossimi mesi.

Il SUV giapponese ha una linea possente, con un frontale inequivocabilmente Mazda, gli sbalzi sono accentuati da un cofano motore lungo e da un retro dominato da un terzo montante robusto che contribuisce a rendere anche alla vista laterale, gradevole il tutto.

La versione attualmente commercializzata è spinta da un potente motore quattro cilindri in linea da 2.5 litri abbinato a un’unità elettrica da 129 kW, la potenza complessiva è di 327 cavalli per una coppia massima di 500 Nm, la trazione è integrale, la batteria ha una capacità di 17,8 kWh. Le cinque le modalità di guida selezionabili dal guidatore mediante un comodo selettore posto sul tunnel centrale, il “Mi-Drive”, consentono di variare la risposta del motore e non solo, in Sport il propulsore sfodera una progressione considerevole accompagnata da un sound appagante, in Normal si viaggia nel più assoluto comfort, in EV unicamente con alimentazione elettrica, in questo caso è possibile percorrere fino a 63 km per una velocità massima di 100 km/h.

A partire dai primi mesi del prossimo anno la CX-60 sarà disponibile anche con motorizzazione diesel, un sei cilindri da 3,3 litri offerto in due livelli di potenza, da 200 e 249 cavalli.

La versione d’accesso è la Prime-line, un gradino più in alto si posiziona l’allestimento Exsclusive-line, mentre il Takumi e Homura rappresentano le varianti alto di gamma. Sull’intera gamma sono disponibili di serie il climatizzatore automatico a doppia zona, lo schermo centrale touch TFT da 12 pollici con radio digitale DAB, Bluetooth e connettività wireless con Apple CarPlay e Android Auto, cruise control e navigatore satellitare rientrano nell’equipaggiamento standard.

Tutti i propulsori sono abbinati a un nuovo cambio automatico a otto rapporti, la E-Skyactiv D diesel da 200 cavalli è abbinata alla sola trazione

Stabile, sicura, confortevole, al volante della nuova Mazda CX-60 si è avvolti da un senso di sicurezza, il pilota è perfettamente integrato nell’abitacolo con un posto guida che rispecchia la tradizionale filosofia “umanocentrica” del marchio giapponese. Il motore è dotato di una progressione interessante, l’abbondante coppia motrice disponibile, ben 500 Nm, consente di effettuare con una facilità disarmante, sorpassi in tutta sicurezza, perfetto il cambio, per rapidità e fluidità nel passare ai rapporti superiori.

Le sospensioni “analogiche” filtrano perfettamente le asperità del manto stradale, la trazione integrale contribuisce a quel senso di pieno controllo della vettura anche sui fondi a scarsa aderenza.

Sterzo e silenziosità di marcia da cinque stelle, il volante ha una precisione millimetrica, il comfort di bordo viaggiando a velocità da codice, è paragonabile a quella di una lussuosa ammiraglia.