Nuova Mini John Cooper Works GP, DNA da corsa

Redazione
·3 minuto per la lettura

MILANO (ITALPRESS) - Una vettura unica nel suo genere con una dna da auto da corsa. Infatti la Mini John Cooper Works GP e' la Mini piu' potente e piu' veloce di sempre: sono 306 i Cv erogati, ben 75 in piu' rispetto a quelli della Mini John Cooper Works tradizionale su carrozzeria tre porte. Cio' rende il modello due posti ancora piu' veloce. Infatti ha un'accelerazione da 0 a 100 KM/h in 5, 2 secondi ed una velocita' massima di 265 km/h non autolimitata. L'albero motore e' rinforzato con diametro del cuscinetto principale allargato, pistoni specifici, bielle senza boccola e un nuovo smorzatore di vibrazioni torsionale con raffreddamento ottimizzato. La vettura e' dotata di alimentazione a raffreddamento dell'olio specifici per questo modello e questo per conferire il massimo delle prestazioni. Monta un sistema di scarico sportivo con un sound emozionante e potente, un cambio Steptronic a otto marce con differenziale autobloccante meccanico integrato per le ruote anteriori che favorisce la trazione in curva particolarmente dinamica. E' anche possibile utilizzare le palette del cambio sul volante per un intervento manuale. Design e configurazione del telaio sono distintivi con delle sospensioni abbassate di 10 mm rispetto alla Mini precedente.

Le minigonne anteriori e posteriori, specifiche per il modello cosi' come lo spoiler sul tetto con contorno a doppia ala, confermano la personalita' del brand britannico. Le eccellenti prestazioni sono dovute al turbocompressore di nuova concezione applicato al quattro cilindri integrato nel collettore di scarico e dotato di una valvola di deviazione dell'aria che aiuta a ottimizzare la risposta del motore. Il rapporto di compressione del motore e' stato ridotto da 10, 2 a 9,5. I nuovi iniettori multi-foro trasportano il carburante con una pressione di iniezione fino a 350 bar. Conseguenza : dosaggio preciso del carburante, efficienza estrema e combustione pulita. Il sistema di raffreddamento indipendente comprende due refrigeratori di liquido e lo stoccaggio del modulo appositamente progettato che mantiene la temperatura ottimale, anche con stile di guida particolarmente sportivo. Il motore e' posizionato trasversalmente, come da tradizione, e scarica la potenza nelle due ruote anteriori grazie all'esperienza maturata nelle corse automobilistiche.

Il sistema frenante comprende freni a disco a pinza fissa a quattro pistoncini sulle ruote anteriori e freni a pinza flottante a pistoncino singolo sulle posteriori. Tanto aggressivi gli esterni con la parte anteriore che presenta prese d'aria particolarmente grandi. I copri passaruota svasati sono in plastica rinforzata con fibra di carbonio, la finitura nera della cornice dei fari, della griglia del radiatore e delle luci posteriori fornisce un contrasto elettrizzante. Le pinze dei freni in alluminio con dischi autoventilati sono rifinite in rosso, Chili Red, e con il logo John Cooper Works. Anche i coprimozzi dei cerchi in lega 18" recano il logo GP. Gli interni, interamente rinnovati, prevedono sedili in pelle dinamica, con bordi laterali argentati, poggiatesta integrati e cinture di sicurezza rosse. Il volante e' in morbida nappa e i pulsanti del cambio sul volante sono stampati in metallo 3d. Lo schermo da 6,5" visualizza tutte le informazioni al guidatore. Trattandosi di un'edizione limitata ne verranno prodotte, negli stabilimenti MINI di Oxford, 3000 unita' e di queste 150 saranno destinate al mercato italiano con consegna entro tre mesi al prezzo di 45.900 Euro.

(ITALPRESS).

col/tvi/red