Nuova ondata di caldo e afa in arrivo in Italia, soprattutto al Sud

·1 minuto per la lettura

AGI - “L'intensa ondata di calore in atto sulle regioni meridionali ha subìto una temporanea attenuazione grazie a deboli venti settentrionali leggermente meno caldi. Tuttavia, già dalle prossime ore l'anticiclone africano si rinforzerà nuovamente con decisione sulla nostra penisola, riproponendo una situazione simile a quella della settimana appena trascorsa. Ancora una volta la massa d'aria rovente insisterà soprattutto sulla Sicilia e al Sud". E' l'analisi dei meteorologi di IconaMeteo.it .

Il clima sarà comunque molto caldo anche nel resto dell'Italia, e spesso afoso sulle regioni del Nord. In questo scenario le precipitazioni resteranno scarse o del tutto assenti su gran parte del Paese, con la sola eccezione dei settori alpini, in particolare quelli nordoccidentali, di tanto in tanto interessati da episodi di instabilità atmosferica”.

Le previsioni per le prossime ore

Tempo in prevalenza soleggiato sulla maggioranza delle regioni; sulla Sicilia in giornata si assisterà al passaggio di nuvolosità a quote medio alte. Tra il tardo pomeriggio e la sera saranno possibili brevi rovescio o isolati temporale di calore sulle aree alpine, più probabili in montagna sulle Alpi occidentali, meno probabili su quelle lombarde.

Temperature massime in lieve calo sui settori ionici del Sud e della Sicilia, in leggero aumento nel resto del Paese. Saranno possibili punte oltre i 35 gradi nelle zone interne del Sud e nei settori interni e occidentali delle Isole; picchi di 34-35 gradi al Centro. Venti in prevalenza deboli a regime di brezza con locali rinforzi da est sul canale di Sardegna e nel Canale di Sicilia. Risulteranno da poco mossi a mossi Canale di Sardegna e settore ovest del Canale di Sicilia; calmi o poco mossi gli altri bacini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli