Nuova perquisizioni della polizia in zona via Gola a Milano

Alp

Milano, 18 feb. (askanews) - Nuova operazione della polizia in via Gola, in zona Navigli a Milano. Questa mattina i poliziotti della squadra mobile insieme con i colleghi del commissariato Porta Ticinese e con il supporto della Scientifica e del reparto mobile, hanno effettuato una serie di controlli nei caseggiati amministrati da Aler, dove si registra un numero molto alto di occupazioni abusive, spaccio e microcriminalità.

Il 16 gennaio scorso, al termine di diverse perquisizioni, gli investigatori della Mobile avevano denunciato sei adulti e quattro minorenni per interruzione di pubblico servizio, resistenza a pubblico ufficiale, incendio doloso e furto aggravato, per aver ostacolato, accerchiato e aggredito i vigili del fuoco che il 31 dicembre 2019 erano intervenuti in via Gola e in via Pichi a Milano per spegnere un incendio appiccato ad alcune masserizie gettate in mezzo alla strada nel corso dei "festeggiamenti" per il Capodanno.

Proseguono dunque le operazioni per la "messa in sicurezza" del quartiere, come annunciato fin dai primi giorni del 2020 dal prefetto Renato Saccone e poi "ufficializzato" dal Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. Sacconte aveva sottolineato la necessità di riprendere "il pieno controllo dell'intera area" e di "riportare legalità, partendo dalla restituzione del diritto alla casa a chi ne ha realmente bisogno, rigenerando il tessuto sociale presente con persone che hanno interesse e bisogno di una situazione decorosa, dignitosa per se stessi ma anche per il territorio".