Nuova quarantena, le ipotesi del Comitato tecnico scientifico

·1 minuto per la lettura
nuova quarantena vaccinati booster
nuova quarantena vaccinati booster

Nessun giorno di quarantena per i vaccinati con booster entrati in contatto con una persona poi risultata positiva e sono impiegati nei servizi essenziali. Tuttavia, si prevede l’obbligo di mascherina Ffp2 per circa una settimana. Sarebbero queste le ipotesi su cui il Cts sta lavorando. Il Comitato tecnico scientifico si è riunito nella mattinata di mercoledì 29 dicembre per ridefinire il periodo di quarantena, affinché possa esserci una differenziazione tra i cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale e chi ancora deve iniziarlo.

Ipotesi nuova quarantena e super green pass al lavoro

Dopo la riunione del Cts, alle 18.30 si terrà il Consiglio dei ministri.

Il Governo dovrà valutare quanto discusso nel corso delle 4 ore mattutine da parte del Comitato tecnico scientifico. Non solo la nuova quarantena, ma anche l’estensione dell’obbligo di super green pass a tutti i lavoratori: per i ministri Orlando e Brunetta, infatti, per i lavoratori non dovrebbe bastare il tampone per ottenere il certificato verde.

Nuova quarantena, le ipotesi

Per tutti i lavoratori non essenziali entrati in contatto con positivi, se hanno già ottenuto tre dosi di vaccino anti-Covid, la quarantena potrebbe essere accorciata a 5 giorni.

Se i cittadini che hanno già ricevuto la dose booster risultano positivi, potrebbe bastare una quarantena di 7 giorni (e non più 10 giorni), a cui deve seguire un tampone negativo.

La quarantena per chi è entrato in contatto con un positivo potrebbe essere azzerata anche per chi ha fatto la seconda dose da meno di quattro mesi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli