Nuova villa in Sardegna per Berlusconi

Silvio Berlusconi

C’è stato un periodo in cui dire Berlusconi significava dire “villa in Sardegna”. Tra i motivi per i quali il Cavaliere ha fatto molto parlare di sé c’è anche il congruo patrimonio immobiliare, di cui le belle case nella splendida isola rappresentano una grossa parte. Oggi si torna a parlarne.

Superato il difficile momento di salute, con il ricovero in ospedale per una colica renale, e nel pieno della campagna elettorale per le Europee di domenica 26 maggio, Silvio Berlusconi trova il tempo per arricchire il proprio portfolio immobiliare con l’acquisto di una nuova villa in terra sarda. Si tratta, in particolare, di Villa Tattilo, dimora appartenuta alla storica editrice di riviste per soli uomini, come Playmen e Le Ore.

L’editrice è Adelina Tattilo, e dal 2007 (anno in cui è mancata) la villa apparteneva agli eredi, che l’hanno ceduta all'Immobiliare Idra (proprietà di Silvio Berlusconi). Si tratta di un affare, trattandosi di una proprietà di 436 metri quadrati e di una rendita di 3876 euro: il prezzo della compravendita è stato di 2,4 milioni di euro. Villa Tattilo si trova a Porto Rotondo, e confina con la più famosa delle dimore sarde berlusconiane, Villa Certosa. Malgrado tanta esclusiva dislocazione, la categoria catastale della villa appena acquistata è A7, cioè la più economiche tra gli immobili di quel tipo, che se utilizzati come abitazioni principali sono anche esenti da Tasi e Imu. Cosa che non è prevista per la categoria A8, dove entrano le proprietà di lusso.

E’ un Berlusconi attivo sul fronte immobiliare, quello di questi giorni. Il fondatore di Forza Italia ha anche acquistato un’altra villa a Cannes, in Costa Azzurra. Si tratta de "La Lampara", un tempo di proprietà della seconda ex moglie del suo fratello minore, Paolo Berlusconi.