Nuova Volkswagen Polo, più tecnologia e addio al diesel

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 apr. (askanews) - Volkswagen rinnova la Polo, fra i modelli di maggior successo del gruppo con 18milioni di unità vendute a livello globale, assemblate negli stabilimenti di Pamplona (Spagna) e a Uitenhage (Sudafrica). Dal punto di vista estetico, spiccano il frontale e la parte posteriore che sono state ridisegnate con fari Led e firma luminosa. Negli interni, la Polo si lascia apprezzare per il Digital Cockpit di serie, un volante ridisegnato multifunzione, sistemi di infotainment di ultima generazione con Online Connectivity Unit (Ocu con eSIM) e App-Connect Wireless (a seconda dell'equipaggiamento). Con l'optional Climatronic, la Polo viene dotata per la prima volta di comandi touch per il clima.

Al debutto sulla Polo come optional il sistema IQ.Drive, che permette la guida parzialmente automatizzata di Livello 2 fino a 210 km/h. Di serie ci sono il controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e il Lane Assist per mantenere la carreggiata. A richiesta è disponibile anche il dispositivo di assistenza al parcheggio Park Assist, che parcheggia automaticamente la Polo nei parcheggi paralleli e trasversali alla carreggiata ed esegue le manovre d'uscita dagli spazi paralleli. Quattro le linee di allestimento Polo, Life, Style, R-Line oltre alla GTI.

La gamma motori è composta da 4 tre cilindri: tre con alimentazione a benzina e uno a metano. I motori benzina sviluppano 80, 95 e 110 CV. Il motore 95 CV è disponibile con cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti, di serie nel caso del 110 CV. La Polo a metano invece monta il 1.0 TGI da 90 CV.