Nuova Zelanda: progetto di legge per liberalizzare aborto

Ihr

Roma, 5 ago. (askanews) - Il governo neozelandese ha pubblicato oggi un disegno di legge, atteso da diverso tempo, per liberalizzare l'aborto che così non sarà più considerato un reato. Secondo i termini del progetto, che sarà illustrato giovedì in Parlamento, una donna potrà ricorrere all'interruzione volontaria di gravidanza fino alla ventesima settimana e oltre dietro parere medico.

In Nuova Zelanda attualmente vigono leggi molto rigide sull'aborto. E' considerato un reato ma un vuoto legislativo permette alle donne di abortire se, secondo il parere di due medici, la gravidanza mette a rischio la salute fisica o mentale della donna. Secondo cifre ufficiali, circa 13.000 aborti sono stati praticati l'anno scorso nel Paese, di cui 57 dopo la ventesima settimana di gravidanza. (Segue)