Nuove carte su Hirohito: pensò ad abdicazione fino al '51 -3-

Mos

Roma, 20 ago. (askanews) - L'ex ministro dell'Interno Koichi Kido nel 1945 scriveva sul suo diario che l'Imperatore gli aveva chiesto se una sua abdicazione avrebbe potuto salvare dal giudizio delle Potenze alleate gli esponenti del regime alla sbarra. In ogni caso, quando a novembre 1948 fu emessa la sentenza del tribunale, Hirohito espresse la volontà di restare sul trono.

Tuttavia i nuovi documenti di Tajima rivelano che a dicembre 1949, di nuovo, Hirohito ventilò l'idea dell'abdicazione: "Quando il trattato di pace sarà concluso e la discussione sulla mia abdicazione riemergerà, io potrei pensare all'abdicazioen se la situazione lo consentisse". E un mese prima della firma del trattato, il 22 agosto 1951, Hirohito tornò sulla questione: "Nel mio caso, assumendomi la responsabilità e lasciando il mio posto, sarebbe facile, perché vorrebbe dire che io posso condurre la mia vita come mi piace". (Segue)