Nuove chiusure per il coronavirus in Australia: troppi i positivi degli ultimi giorni

Covid-19 Australia Victoria lockdown

Aumentano i positivi al Covid-19 in Australia specie nello Stato di Victoria che potrebbe essere costretto a tornare al lockdown qualora il numero di nuovi casi continuasse a crescere. Il premier vittoriano, Daniel Andrews, ha affermato che l’intero stato potrebbe essere di nuovo chiuso se i blocchi localizzati, che inizieranno alla mezzanotte di oggi, 1 luglio, non impedissero la diffusione del virus: “Se non avremo il controllo molto rapidamente, finiremo con un intero stato di arresto”, ha dichiarato Andrews.

Covid-19 Australia, Victoria torna al lockdown

Lo Stato di Victoria ha una popolazione di 6,4 milioni di persone, il che lo rende il secondo territorio più popoloso in Australia dietro il Nuovo Galles del Sud. Andrews ha deciso di bloccare 36 sobborghi in dieci codici postali dalle 23.59 di mercoledì per combattere il crescente numero di casi di coronavirus nello stato. In queste aree si potrà uscire solo per lavorare, andare a scuola, fare la spesa, prestare assistenza ed allenarsi.

Solo negli ultimi tre giorni, a Victoria sono stati identificati 212 nuovi casi di infezione respiratoria mortale, di cui 73 nelle ultime 24 ore. Numeri troppo alti che impongono un nuovo stop al momento circoscritto a determinate aree e che si spera non debba essere ancora ulteriormente esteso. Per coloro che non rispetteranno le nuove restrizioni sono state previste delle multe molto salate: “Ci saranno controlli casuali per verificare il motivo per il quale le persone sono fuori casa – ha detto Andrews che poi ha aggiunto – Spero che non dovremo emettere multe, mi affido al buon senso dei cittadini. Se rispetteranno le norme non serviranno le multe”.