Nuove linee guida scuola: Regioni, Anci e Upi in Tavoli operativi

Sav/Rus

Roma, 25 giu. (askanews) - Regioni, Comuni, Province e Protezione civile entrano nei Tavoli regionali "operativi" per coordinare la gestione delle lezioni in presenza a partire da settembre 2020. quanto si legge nella "nuova versione" dello schema di 'Piano scuola 2020-2021', inviato oggi dal Ministero dell'Istruzione per la Conferenza unificata Stato-Regioni che si terr domani.

"In ciascuna Regione - si legge - l'organizzazione dell'avvio dell'anno scolastico sar articolata, in primo luogo, con la istituzioni di appositi Tavoli regionali operativi, insediati presso gli Uffici scolastici regionali del Ministero dell'Istruzione, cui partecipano: il Direttore dell'Ufficio scolastico regionale o il dirigente titolare preposto, individuato come coordinatore, l'Assessore regionale all'istruzione o un suo delegato, l'Assessore regionale ai trasporti o un suo delegato, l'Assessore regionale alla salute o un suo delegato, il Rappresentante regionale dell'UPI-Unione delle Province d'Italia, il Rappresentante regionale dell'ANCI-Associazione nazionale Comuni d'Italia, il Referente reginale della Protezione civile".

"Inoltre, a livello provinciale, metropolitano e/o comunale, si organizzeranno apposite Conferenze dei servizi su iniziativa dell'Ente locale competente, con il coinvolgimento dei dirigenti scolastici, finalizzate ad analizzare le criticit delle istituzioni scolastiche che insistono sul territorio di riferimento delle conferenze. Lo scopo sar quello di raccogliere le istanze provenienti dalle scuole".