Nuove restrizioni per contrastare la diffusione del Covid in Francia

·2 minuto per la lettura
francia
francia

In Francia, sono state introdotte nuove restrizioni volte a contrastare la diffusione della pandemia da coronavirus. Le nuove restrizioni sono state annunciate dal primo ministro Jean Castex.

Covid, Francia: il primo ministro Jean Castex annuncia nuove restrizioni

Nel pomeriggio di lunedì 6 dicembre, il primo ministro Jean Castex ha annunciato alla popolazione francese l’entrata in vigore di nuove restrizioni finalizzate a contrastare la diffusione della pandemia causata dal SARS-CoV-2.

Per quanto riguarda le limitazioni annunciate dal primo ministro, è stato comunicato che i locali notturni chiuderanno per quattro settimane a partire da venerdì 10 dicembre 2021 e si dovrà rispettare una maggiore distanza sociale e l’obbligo delle mascherine nelle scuole. Inoltre, è stata rivelata la data di inizio della campagna vaccinale destinata ai bambini dai 5 agli 11 anni che partirà il prossimo 20 dicembre 2021.

Francia, il primo ministro Jean Castex sulla pandemia: “Abbiamo abbassato la guardia”

In Francia, le misure annunciate dal primo ministro Jean Castex sono strettamente collegate alla volontà di contrastare l’aumento dei casi di Covid-19 registrato nel Paese. La quinta ondata di pandemia, infatti, ha già recentemente costretto gli ospedali ad annunciare protocolli di emergenza mentre i posti letti registrano tassi di occupazione sempre più elevati.

Le restrizioni sono state illustrate dal primo ministro, uscito dalla quarantena da circa una settimana dopo aver contratto il coronavirus. Nel corso di una conferenza stampa, Jean Castex ha commentato la quinta ondata di pandemia, affermando: “Abbiamo tutti avuto la tendenza ad abbassare la guardia nelle ultime settimane”.

Covid, Francia: il discorso alla popolazione del primo ministro Jean Castex

Nel corso del suo discorso trasmesso in televisione a tutta la nazione, il primo ministro Castex ha esortato le imprese a incoraggiare il lavoro da casa e ha invitato le persone a limitare le interazioni sociali, come le feste in ufficio, con l’avvicinarsi delle vacanze di fine anno.

Le tessere sanitarie che dimostrano l’avvenuta vaccinazione o l’aver contratto e l’essere guariti dal Covid, inoltre, saranno richieste per mangiare in zone riservate ai mercatini di Natale all’aperto.

“La situazione richiede uno sforzo individuale e collettivo“, ha sottolineato il primo ministro francese durante il suo discorso televisivo, tenuto al termine di una riunione di gabinetto sulla pandemia. “Ma non è più il momento di chiudere”, ha sottolineato, rivendicando un tasso di vaccinazione dei francesi di quasi il 90% della popolazione over 12, mentre ha incoraggiato i non vaccinati a prenotarsi per ricevere il siero anti-Covid, anche per dimostrare “solidarietà” verso gli operatori sanitari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli