Nuove vittime in mare: 12 i superstiti attualmente confermati.

·1 minuto per la lettura
Migranti naufragio mar Egeo
Migranti naufragio mar Egeo

Sarebbero almeno 50 i migranti morti a seguito di un naufragio avvenuto nel Mar Egeo. A comunicarlo è la Guardia costiera greca al quotidiano inglese The Guardian. Le vittime viaggiavano a bordo di un’inbarcazione e avrebbero avuto dei problemi nel corso della navigazione.

Migranti, naufragio nel mar Egeo

“È difficile che ci siano dei superstiti – ha detto il portavoce della Guardia costiera greca Nikos KokkalasContinueremo le ricerche, ma l’acqua è molto fredda e profonda, le possibilità di trovare persone vive si riducono di ora in ora“. Le operazioni di salvataggio erano iniziate nella tarda serata del 21 dicembre.

Migranti, altro naufragio nel mar Egeo

Il bilancio dei morti sembrerebbe essere molto grave. Ieri, mercoledì 22 dicembre, la Guardia costiera greca ha salvato 12 persone di nazionalità irachena su un gommone che sarebbe partito dalla Turchia con direzione Italia. Il salvataggio sarebbe avvenuto al largo dell’isola di Folegandros, nelle Cicladi meridionali, a circa 180 chilometri a sud-est di Atene. Nelle stesse ore venivano però ritrovati in mare anche i corpi di tre migranti e, stando al racconto dei sopravvissuti, sulla barca ci sarebbero state almeno altre 50 persone.

Migranti: 50 morti nel naufragio del mar Egeo

L’emergenza migranti, nel frattempo, continua. Nelle ultime ore sono state 685 le persone tratte in salvo in mare e ancora in attesa di accoglienza. Attualmente si trovano sulle navi delle Ong nel Mediterraneo: 355 sulla Geo Barents di Medici senza frontiere, 114 sulla Ocean Viking di Sos Mediterranee e 216 sulla Sea-Eye4.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli