Nuovi casi di positività al Coronavirus in un mattatoio tedesco

nuovo focolaio germania coronavirus mattatoio

Preoccupa il focolaio scoperto in un mattatoio del Nord Reno Westfalia, in Germania. Secondo i funzionari locali, il bilancio dei lavoratori positivi è salito da 400 a 657. Sono circa 7mila le persone in quarantena. Le autorità tedesche hanno stabilito la chiusura di scuole e ludoteche fino alla fine di giugno, nell’intera regione, per contenere i contagi.

Migliaia di contagi da Covid nei mattatoi

Il caso più eclatante è stato sicuramente quello degli Stati Uniti, con più di 180 impianti di macellazione della carne colpiti dalla pandemia. Situazioni simili sono state registrate anche in Regno Unito, Irlanda, Spagna, Germania, Brasile, Canada e Australia. La conseguenza di tutto questo consiste nell’abbattimento obbligato di migliaia di capi che gli allevatori non si possono più permettere di mantenere a causa dell’inceppamento della filiera della carne. Adesso un nuovo focolaio di Coronavirus è stato rilevato in un mattatoio della Germania, per essere più precisi, in uno stabilimento di macellazione del Nord Reno Westfalia.

Coronavirus: nuovo focolaio in Germania

L’azienda tedesca Toennies ha comunicato di aver riscontrato oltre 600 casi di positività al Coronavirus su 500 test effettuati tra i lavoratori della sua rete di impianti per la macellazione e la lavorazione della carne nello stato occidentale tedesco del Nord Reno Westfalia. Sono stati riscontrati focolai di Covid-19 in tanti mattatoi tedeschi a partire dal mese di maggio, causando non poche preoccupazioni non soltanto sulle condizioni di lavoro, ma anche sulle condizioni di alloggio dei dipendenti, molti dei quali sono lavoratori temporanei che provengono dall’est dell’Europa. Dopo i primi casi di positività al Coronavirus, il governo tedesco ha deciso di rendere obbligatori test regolari per tutti i dipendenti della filiera della carne.