Nuovi colori delle regioni, cosa cambia lunedì: le anticipazioni

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Nuovi colori delle regioni, cosa cambia lunedì: le anticipazioni (Photo by Salvatore Laporta/KONTROLAB/LightRocket via Getty Images)
Nuovi colori delle regioni, cosa cambia lunedì: le anticipazioni (Photo by Salvatore Laporta/KONTROLAB/LightRocket via Getty Images)

Come ogni fine settimana, la Cabina di regia si riunisce per analizzare i dati aggiornati inviati dalle Regioni e stabilire i nuovi colori dell'Italia. L'ufficialità arriverà soltanto con l'ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza ma intanto ci sono già le prime anticipazioni. 

Secondo i dati, dovrebbero restare in zona arancione Calabria, Sicilia, Basilicata, a meno che dai loro dati non emerga un peggioramento dello scenario, dovrebbero resteranno in area arancione. Sicilia e Basilicata hanno un Rt superiore a 1, mentre la Calabria ha un rischio complessivo alto. Dovrebbe tornare in questa fascia di rischio anche la Sardegna, attualmente l’unica regione in zona rossa.

GUARDA ANCHE - Il Covid toglie la voglia di sesso? Come ritrovare la passione

Anche la Puglia spera di cambiare colore e se il trend positivo continua, dovrebbe passare in zona gialla a partire da lunedì 3 maggio.

In zona gialla dovrebbero rimanere Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Veneto, Umbria, Marche, Abruzzo, Toscana, Lazio, Campania, Molise e le due Province Autonome di Bolzano e Trento. 

Una regione potrebbe passare in zona rossa: si tratta della Valle d'Aosta, a causa l’incidenza settimanale elevata.

In definitiva, gli unici cambiamenti potrebbero riguardare Sardegna, Puglia e Valle d’Aosta. 

GUARDA ANCHE - Sergio Ramos, il Covid ormai è alle spalle