Nuovi colori: le regioni verso la zona gialla. Le anticipazioni

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Nuovi colori: le regioni verso la zona gialla. Le anticipazioni (Photo by Alessio Coser/Getty Images)
Nuovi colori: le regioni verso la zona gialla. Le anticipazioni (Photo by Alessio Coser/Getty Images)

Dal 26 aprile ci saranno le tanto attese riaperture che interesseranno, però, maggiormente le regioni in zona gialla. Sono 13, al momento, i territori che nel prossimo monitoraggio potrebbero rientrare in questa fascia di rischio più bassa. Si tratta di Abruzzo, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Umbria, Veneto e province autonome di Trento e Bolzano

In zona gialla, ricordiamo, i bar e i ristoranti saranno aperti sia a pranzo che alla cena rispettando la regola dei tavoli all'aperto e il coprifuoco che al momento rimane fissato alle 22. Riaprono anche cinema, teatri, musei e altri eventi sempre all'aria aperta.

GUARDA ANCHE - Sport: quando si può ricominciare?

Per quanto riguarda la zona arancione, in questa fascia dovrebbero rimanere sia la Calabria che la Sicilia, in base ai numeri attuali, mentre sono in bilico la Basilicata, la Campania e la Toscana. In questa fascia di rischio rimangono le regole attuali: bar e ristoranti chiusi, disponibile solo il servizio d'asporto.

In zona rossa, con le massime restrizioni che prevedono di uscire di casa solo con l'autocertificazione e per motivi di salute o necessità, tre regioni: Puglia, Sardegna e Valle d'Aosta. Per avere la certezza, tuttavia, delle regioni che cambieranno colore a partire dal 26 aprile, bisognerà aspettare come di consueto la prossima cabina di regia del venerdì e l'ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza.

GUARDA ANCHE - Riaperture a maggio, ecco la bozza delle Regioni