Nuovi colori regioni: Campania, Molise ed Emilia-Romagna arancioni

·1 minuto per la lettura
Omicidio Genova ex compagno
Omicidio Genova ex compagno

È stato rintracciato e arrestato dopo una fuga di qualche ora Renato Scapusi, l’ex compagno della donna uccisa a Genova nella serata di venerdì 19 febbraio: l’uomo, interrogato dagli agenti in Questura, ha confessato di aver compiuto l’omicidio.

Omicidio Genova: fermato l’ex compagno

Le forze dell’ordine lo hanno trovato in stato confusionale poco distante dall’ospedale Galliera dopo alcune ore di ricerca. Per rintracciarlo si sono serviti delle telecamere di videosorveglianza ma anche delle testimonianze dei primi soccorritori della donna che lo avrebbero visto allontanarsi dal negozio negli attimi successivi all’uccisione con gli abiti ancora sporchi di sangue.

Secondo quanto appreso gli agenti hanno raggiunto Renato mentre stava cercando di togliersi la vita in in via Mura delle Cappuccine, dove si trova un precipizio di diversi metri. Sono quindi riusciti a bloccarlo prima che compisse il folle gesto e, sottoposto a interrogatorio, ha ammesso di aver ucciso l’ex compagna.

Già il giorno prima del delitto il 59enne aveva già tentato il suicidio minacciando di gettarsi dal ponte Monumentale di Genova per problemi economici legati alla crisi. Dopo poche ore la tragedia: si è recato nel negozio di calzature in cui lavorava la donna per poi ucciderla con una trentina di coltellate. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 ma per la donna non c’è stato purtroppo nulla da fare. Sarà ora la Polizia a far luce sui dettagli e i contorni della vicenda.