Nuovi fondi per i rimborsi di chi è rimasto escluso

·1 minuto per la lettura
Bonus mobilità
Bonus mobilità

Tutti coloro che non sono riusciti ad essere così veloci da aggiudicarsi il bonus bici e monopattino durante il click day del 3 novembre, possono tranquillizzarsi. Il Ministero dell’Ambiente ha annunciato di voler dare a tutti una seconda possibilità, in modo da garantire il rimborso a tutte le persone che vogliono richiederlo. La riapertura dei termini partirà il 9 novembre, e fino al 9 dicembre sarà possibile registrarsi sulla piattaforma per prenotare il rimborso.

Bonus bici e monopattino

Il valore del buono rimane lo stesso, ovvero fino al 60% della spesa già sostenuta, fino ad un massimo di 500 euro. Un mese di tempo per effettuare con calma la registrazione alla piattaforma e richiedere il rimborso. A partire dal 10 dicembre sarà possibile conoscere la lista delle persone che, pur avendo fattura o scontrino, non sono riusciti ad ottenere il bonus. Il Ministro Sergio Costa apre a chi non ha ancora comprato un mezzo ma ha intenzione di farlo nei prossimi mesi. “Da gennaio potranno usufruire dei vecchi benefici rottamando un veicolo più inquinante” ha spiegato. Lo scorso 3 novembre i 215 milioni di euro messi a disposizione per il bonus mobilità sono stati elargiti in parte come rimborsi e in parte come voucher.

Il bonus mobilità riguarda l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, monopattini e altri mezzi alternativi di micromobilità elettrica. Dopo le grandi difficoltà che ci sono state durante il click day, il Ministero dell’Ambiente ha aperto una nuova finestra in attesa di avere altre coperture per riuscire a rimborsare tutti coloro che sono rimasti fuori, ma che hanno già acquistato una bici o un monopattino. Per ottenere i rimborsi è sempre necessario avere a propria disposizione uno Spid.