Nuovi particolari sulla confessione della 31enne che ha ucciso il compagno a coltellate

Mattia Caruso e Valentina Boscaro
Mattia Caruso e Valentina Boscaro

Dal Gazzettino emergono nuovi dettagli su cosa ha detto Valentina Boscaro sulla sua vittima Mattia Caruso: “Cercò di farmi mangiare una tartaruga“. I particolari sulla confessione della 31enne che ha ucciso il compagno a coltellate a Montegrotto Terme, in provincia di Padova, sembrano farsi sempre più raccapriccianti. La donna arrestata per aver ucciso Mattia con una pugnalata al cuore ha detto agli inquirenti: “La nostra era una storia burrascosa, litigavamo sempre. Mi picchiava e mi minacciava, una volta voleva farmi mangiare una tartaruga morta”.

“Cercò di farmi mangiare una tartaruga”

E ancora: “Quella sera guidava veloce, ha iniziato a strattonarmi tirandomi le mutande. Era imprevedibile quando beveva. Io ero stanca ed esasperata, ho visto il suo coltello sul cruscotto, l’ho preso e l’ho colpito“. Il legale della 31enne, Nicola Guerra, ha spiegato che Boscaro “sta male. È sotto shock perché si rende conto di quel che è avvenuto. Una cosa che non avrebbe mai voluto accadesse”.

Le sfuriate reciproche fra i due

Inizialmente Valentina aveva provato a sviare le indagini, ma poi aveva confessato, spiegando però di essere stata maltrattata e picchiata dal fidanzato Alcuni amici invertono i termini di quella faccenda e dicono che a volte era Mattia a patire le sfuriate della 31enne, che però ha raccontato che una volta Caruso l’aveva accusata di essere stata la causa della morte della sua tartaruga. E per punizione avrebbe cercato di obbligarla a mangiarne il cadavere.