Nuovo amministratore delegato Rai: ecco il nome di Draghi

·2 minuto per la lettura
Mario Draghi. REUTERS/Yves Herman
Mario Draghi. REUTERS/Yves Herman

Mario Draghi ha il suo asso nella manica per il ruolo di Amministratore delegato della Rai: è Carlo Fuortes. Il premier, insieme al Ministro dell’economia e delle finanze, Daniele Franco, ha già annunciato che proporrà il suo nome alla prossima riunione del Consiglio dei Ministri.

Cosa sappiamo di Carlo Fuortes

Fuortes è già un volto noto, perlomeno a Roma, dove dal 2013 (è fino al 2025) è sovrintendente della Fondazione Teatro dell’Opera e dove da vent'anni si occupa di studi e consulenze sull’economia della cultura, in particolar modo per ciò che riguarda la gestione di teatri, musei e beni culturali.

Dal 2011 al 2019 è poi stato Segretario Generale dell’Associazione per l’Economia della Cultura; dal 2003 al 2015 Amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma; dal 2012 al 2013 Commissario Straordinario della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari. E ancora, dal 2002 al 2003, Direttore Generale del Palazzo delle Esposizioni e delle Scuderie del Quirinale di Roma; Consigliere d’amministrazione del Teatro di Roma dal 1998 al 2001 e Consigliere di Amministrazione della Fondazione Cinema per Roma dal 2007 al 2011. Un uomo che di cultura, insomma, si è sempre nutrito.

VIDEO - Euro 2020, tre casi di Covid nella squadra Rai

...e di Marinella Soldi

Ma oltre al nome di Fuortes, il premier Draghi ha detto che farà anche quello di Marinella Soldi, attualmente nella Fondazione Vodafone dopo un'esperienza decennale in Discovery, come componente del Consiglio d'Amministrazione Rai. Soldi, partita da McKinsey Company, nel 2000 ha fondato la Soldi Coaching, società di leadership coaching nei settori della tecnologia e dei media.

Le critiche della Legga

Malcontento da parte della Lega, che non conviene con le due nomine. “Fuortes è noto come personaggio molto vicino alla sinistra, a Veltroni in particolare, proposto da Calenda come candidato sindaco per il Pd, senza particolare esperienza televisiva, duramente contestato per anni dai lavoratori del Teatro dell’Opera di Roma, di certo non una figura super partes o legata all’azienda. Scelta sorprendente”, ha detto la senatrice e sottosegretaria Lucia Borgonzoni.

VIDEO - Non è l'Arena, Massimo Giletti passa in RAI? La frase sibillina detta in diretta

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli