Nuovo bilancio coronavirus del 14 gennaio 2022

·2 minuto per la lettura
Covid
Covid

Come di consueto il ministero della Salute, di concerto con l’Istituto Superiore di Sanità e le amministrazioni delle singole regioni, ha diramato il bilancio dell’emergenza coronavirus aggiornato al 14 gennaio. Rispetto alla giornata precedente, in cui si erano verificati 184.615 contagi, sono stati registrati 186.253 casi positivi, 360 decessi e 125.199 guarigioni/dimissioni. Si contano +11 terapie intensive e +371 ricoveri.

I numero di tamponi ammonta a 1.132.309 nelle ultime 24 ore, -48.870 tamponi rispetto a ieri. Il tasso di positività è del 16,4% (+0,8%), ieri era del 15,6%.

Coronavirus, il bilancio odierno

Il Ministero della Salute anche oggi ha pubblicato sul proprio sito ufficiale la tabella con tutti i dati, regione per regione, con cui si può osservare l’andamento della pandemia in Italia. Il primo posto è occupato dalla Lombardia, che conta 555.704 casi attualmente positivi. Tra le altre regioni abbiamo: Emilia-Romagna con 276.793 positivi, Veneto con 232.482 positivi, Campania con 228.409 positivi, Lazio con 204.481 positivi, Toscana con 185.878 positivi, Piemonte con 162.851 positivi, Sicilia con 159.593 positivi, Puglia con 84.659 positivi, Abruzzo con 62.927 positivi, Friuli Venezia Giulia con 45.050 positivi, Umbria con 34.919 positivi, Calabria con 34.676 positivi, Provincia Autonoma di Trento con 27.554 positivi, Liguria con 24.697 positivi, Provincia Autonoma di Bolzano con 20.051 positivi, Sardegna con 19.187 positivi, Basilicata con 13.254 positivi, Marche con 12.751 positivi, Molise con 6.918 positivi, ed infine, con il numero più basso la Valle d’Aosta, che conta 5.994 positivi.

bollettino
bollettino

Il numero di attualmente positivi sale a 2.398.828, di cui 2.379.130 sono in isolamento domiciliare. I pazienti ricoverati con sintomi salgono a 18.019. Sono 1.679 i pazienti ricoverati attualmente in terapia intensiva.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli