Un nuovo ceppo del virus costringe la Gran Bretagna al lockdown

·2 minuto per la lettura

AGI - La variante del Covid-19 scoperta in Inghilterra ha indotto Boris Johnson ad imporre un nuovo lockdown 'duro' che costringerà i londinesi e il Nord-Est del Paese a trascorrere il Natale a casa e senza ospiti. Le nuove misure scatteranno dalla mezzanotte anche in Galles.

"Stay home" è il nuovo ordine impartito dal premier, che resterà in vigore fino al 30 dicembre, quando ci sarà un riesame delle nuove restrizioni che introducono un'area di livello 4, in aggiunta ai tre livelli in cui era finora diviso il Paese: a Natale negozi chiusi e sarà vietato, tra le altre cose, ospitare a casa membri di altre famiglie, mentre per il resto dell'Inghilterra le riunioni a casa saranno limitate a due famiglie, e non a tre come sembrava in un primo momento.

Johnson ha annunciato le nuove misure al termine di una riunione d'emergenza con il suo gabinetto sullo sfondo dei rinnovati allarmi per il nuovo ceppo del virus, che "può diffondersi più rapidamente", secondo le autorità sanitarie nazionali. Con il premier c'erano il direttore medico del governo, Chris Whitty, e il consigliere scientifico capo, Patrick Vallance. "Dobbiamo agire ora", ha avvertito Johnson, precisando che la variante del virus "non sembra essere più pericolosa", "non ci sono prove di una maggiore letalità" e "non ci sono prove" che renda meno efficace il vaccino, la cui prima dose è stata "finora somministrata a 350 mila persone".

GUARDA ANCHE: Dove si conserva il vaccino Pfizer

Il premier, che solo pochi giorni fa aveva detto che sarebbe stato "disumano cancellare il Natale", ha difeso il suo repentino cambio di strategia. "Siamo molto amareggiati, ma quando cambiano i fatti devi cambiare approccio", ha detto. "Non è possibile ignorare la velocità di trasmissione della variante", "quando il virus cambia il suo metodo di attacco, dobbiamo cambiare il nostro metodo di difesa".

Il nuovo ceppo, hanno spiegato gli scienziati, è stato scoperto a metà settembre a Londra e nel Kent e a dicembre la variante è diventata la "dominante" a Londra. Nella settimana terminata il 18 novembre, a Londra è stata individuata in un caso su quattro e nella settimana terminata il 9 dicembre nel 62% dei casi.

Anche il primo ministro scozzese, Nicola Sturgeon, ha convocato una riunione d'emergenza del governo e ha poi annunciato che dal 26 dicembre (e per almeno tre settimane) la Scozia passerà al livello 4 di restrizioni, il più alto dei cinque decisi dal governo, che impone il divieto delle riunioni familiari, la chiusura di pub e ristoranti e dei negozi non essenziali; le scuole non riprenderanno prima dell'11 gennaio e nel periodo natalizio sarà vietato spostarsi nel resto del Regno Unito.

Siamo "probabilmente nel momento più grave e potenzialmente più pericoloso" dall'inizio della pandemia", ha avvertito Sturgeon. Intanto a Londra la polizia ha effettuato alcuni arresti nel tentativo di disperdere una manifestazione contro il lockdown davanti al Parlamento.