Nuovo focolaio in un condominio in Germania

focolaio berlino condominio coronavirus

Continua a destare preoccupazione la situazione coronavirus in Germania, dove nella giornata di martedì 23 giugno il governo ha optato per imporre un nuovo lockdown in un’area del Nord Reno-Westfalia: anche Berlino sta registrando nuovi casi positivi, molti dei quali legati ad un condominio dove 44 persone hanno contratto l’infezione.

Condominio a Berlino con 44 casi di coronavirus

Si tratta in particolare di una palazzina a Friedrichshain, quartiere nella zona est della Capitale. L’ufficio sanitario ha effettuato dei test su alcune persone asintomatiche e ha scoperto 44 contagi, tra cui bambini che frequentano scuole o asili. Strutture che, prontamente informate, dovranno provveder a individuare eventuali positività. Le autorità hanno imposto l’isolamento domiciliare per tutti coloro che risiedono all’interno dell’edificio, vale a dire circa 200 cittadini.

Le famiglie dovranno osservare la quarantena e riceveranno alimenti e prodotti per l’igiene dalla circoscrizione. Si tratta del terzo quartiere di Berlino, dopo Neukoelln e Spandau, ad aver registrato dei cluster in condomini. Nel primo la settimana precedente 98 residenti di un complesso abitativo erano risultati positivi al virus e 370 famiglie erano state messe in quarantena.

Di qui l’appello del ministro della Salute tedesco, Jens Spahn: “Notiamo che se la rendiamo troppo facile per questo virus si diffonde molto e rapidamente di nuovo. Ecco perché è importante chiarire che, sebbene il numero sia stato basso per molte settimane, questo virus è ancora presente“, ha affermato ad un’emittente locale.