Nuovo leader Isis in video: Covid-19, "grande tormento" per infedeli -2-

Coa

Roma, 3 giu. (askanews) - Nella maggior parte del video Qurashi si concentra sulla pandemia di coronavirus, che è descritta dal leader dell'Isis come "un grande tormento" inviato da Dio ai non musulmani, un tormento che non si esaurirà presto. Esprimendo "compiacimento" per questa situazione di sofferenza, Al Qurashi ha anche spiegato che tutti i nemici dello Stato islamico continueranno a essere "colpiti" dalla pandemia ancora a lungo.

Al Qurashi si è anche soffermato sulla situazione in Iraq, evidenziando una certa soddisfazione per il ritiro delle truppe statunitensi dal Paese negli ultimi mesi. Senza un'importante presenza di truppe americane, l'Isis non vede le forze di sicurezza irachene in grado di difendere il territorio. "Non passerà un solo giorno senza spargimento di sangue", ha avvertito il leader dell'Isis, rivolgendosi al "governo degli infedeli in Iraq" e "al governo americano". "I jihadisti inizieranno ad aumentare i loro attacchi contro i crociati", ha insistito. E questi attacchi "saranno solo l'inizio di operazioni più grandi in Iraq e in Siria", ha minacciato il leader dell'Isis.