Nuovo protocollo, in Serie A gioca una squadra se ha 13 giocatori disponibili

·1 minuto per la lettura
BOLOGNA, ITALY - JANUARY 06: A general view inside the Stadio Dall'Ara before the beginning of the Serie A match between Bologna FC and FC Internazionale on January 06, 2022 in Bologna, Italy. The match will not take place after eight players of Bologna FC tested positive for Covid. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images) (Photo: Mario Carlini / Iguana Press via Getty Images)
BOLOGNA, ITALY - JANUARY 06: A general view inside the Stadio Dall'Ara before the beginning of the Serie A match between Bologna FC and FC Internazionale on January 06, 2022 in Bologna, Italy. The match will not take place after eight players of Bologna FC tested positive for Covid. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images) (Photo: Mario Carlini / Iguana Press via Getty Images)

Il Consiglio di Lega di Serie A ha reso noto il regolamento per la gestione dei casi di positività covid e rinvio gare del campionato di calcio. “Qualora uno o più calciatori dello stesso Club risultassero positivi al virus Sars-CoV-2 la gara sarà disputata, secondo il calendario di ciascuna competizione, purché il Club in questione abbia almeno tredici calciatori (di cui almeno un portiere) tra quelli iscritti nelle rose della Prima Squadra e della formazione Primavera nati entro il 31 dicembre 2003, risultati negativi ai test entro le 24 del giorno precedente”, spiega la Lega di Serie A. “Qualora il Club non disponga del numero minimo di calciatori, la Lega, delibererà di conseguenza. Qualora il Club sia in grado di disporre del suddetto numero minimo di calciatori e comunque non presenti in campo la squadra, subirà le sanzioni previste dall’articolo 53 delle N.O.I.F”. (0-3 a tavolino).

Nel frattempo l’ondata Omicron crea il caos in Serie A. Quattro partite non si giocheranno nella prima giornata del girone di ritorno nel giorno della Befana con stadi a capienza ridotta e obbligo di mascherine ffp2 per i tifosi. Non si disputeranno Atalanta-Torino, Fiorentina-Udinese, Salernitana-Venezia e Bologna-Inter, le prime due per il blocco della trasferta di granata e friulani, le altre due per la quarantena imposta dalla Asl. I campani hanno scelto di non presentarsi, neanche con le giovanili. Ha avuto il via libera il Napoli per disputare la gara con la Juventus a Torino.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli