Nuovo San Siro, FI: prassi irrispettosa, serve parere Consiglio

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 nov. (askanews) - Nella trattativa per il nuovo stadio di San Siro, tra il comune di Milano e i due club della città, "la prassi sin qui adottata è irrispettosa del ruolo che il Consiglio dovrebbe avere nel discutere scelte importanti". Lo ha detto Gianluca Comazzi, consigliere comunale di Milano e capogruppo di Forza Italia in Regione Lombardia. "Decisioni di un tale impatto sulla città devono essere prese col parere di chi rappresenta i cittadini dentro il Comune, non in conciliaboli ristretti ed elitari", ha aggiunto.

L'esponente azzurro ha spiegato che "sui progetti futuri relativi a San Siro non abbiamo preclusioni, ma è quantomeno anomalo apprendere dagli organi di stampa o da sporadiche dichiarazioni del sindaco che la discussione, anziché avvenire dentro l'aula consiliare di Palazzo Marino, si svolga da altre parti e in altri luoghi". Per l'amministrazione, ha attaccato, "i consiglieri, di maggioranza e di opposizione, sono semplici automi, il cui compito è pigiare un bottone due volte a settimana".

Per Comazzi, infine, "stupisce inoltre l'incoerenza dei Verdi, che per tutta la campagna elettorale hanno condannato la cementificazione di Milano ed espresso la necessità di ridurre il consumo di suolo e oggi accettano qualsiasi cosa senza fiatare. Credo sia legittimo che la questione venga affrontata nelle sedi opportune, ovvero nell'aula di Palazzo Marino", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli