Nuovo schiaffo a Jack Ma: stop a immatricolazioni a sua università

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 apr. (askanews) - L'accesso di matricole nell'università d'élite fondata Jack Ma sono state interrotte. Lo scrive oggi il Financial Times, dando conto dell'ultimo segnale di pressione sul miliardario fondatore di Alibaba che da diversi mesi appare sempre meno in pubblico ed è sotto la pressione delle autorità cinesi.

La Hupan Univesity fu lanciata sei anni fa da Ma con lo scopo di formare una nuova classe di imprenditori. Si dice che sia difficile entrarvi quanto lo è ad Harvard.

Jack Ma fece da collettore delle donazioni dei giganti del web cinese per costituire un'università di alti studi nella città di Hangzhou. Il progetto fu sostenuto dalle autorità, che però col tempo sembrano essersene distanziate.

Secondo fonti interpellate dal FT, il Partito comunista cinese teme che Jack Ma voglia fare dell'ateneo un'élite di potere alternativa allo stesso partito.

Le autorità cinesi, dopo un intervento critico dello stesso Ma, hanno stretto la morsa sulle attività del miliardario. Hanno bloccato la quotazione in borsa del braccio finanziario di Alibaba, Ant Group, da 37 miliardi di dollari e hanno imposto una ristrutturazione di questo stesso gruppo. Inoltre hanno imposto ad Alibaba di disinvestire da alcune attività.

Jack Ma, solitamente molto attivo sui social, da allora è praticamente scomparso dai radar, salvo un breve videomessaggio a gennaio.

I corsi della Hupan University durano tre anni con gli studenti che vanno all'ateneo ogni paio di mesi per i corsi. Ci si iscrive a novembre e i corsi iniziano ad aprile.

Tra gli alumni più famosi dell'ateneo è annoverato Jean Liu, fondatore del servizio Didi, simile a Uber, e Shen Peng, fondatore delle assicurazioni Waterdrop.

La scuola ha speso qualcosa come 85 milioni di dollari per costruire un futuribile nuovo campus lo scorso anno, progettato dal grande architetto Kris Yao.