Nuovo studio Usa ribadisce inefficacia idroclorochina

Aqu

Roma, 3 giu. (askanews) - Un nuovo studio pubblicato mercoledì ed effettuato in Canada e Stati Uniti ribadisce l'inefficacia, nella cura del Covid-19, dell'idroclorochina, farmaco antimalarico che era stato sponsorizzato dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Si tratta del primo studio clinico controllato, effettuato su 821 pazienti divisi fra somministrazione del farmaco e somministrazione di un placebo; lo scopo era sperimentare se l'idroclorochina potesse prevenire l'insorgere della malattia in persone esposte al nuovo Coronavirus. I partecipanti allo studio erano personale sanitario o persone entrate in contatto con familiari ammalati.

"Il messaggio per la popolazione" ha spiegato il primo firmatario dello studio, il dottor David R. Boulware dell'Università del Minnesota, "è che per chi è entrato in contatto con una persona affetta da Covid-19,l'idroclorochina non ha funzioni preventive". Lo studio sarà pubblicato sul New England Journal of medicine.

La ricerca di un farmaco che prevenga lo sviluppo dell'inflazione è di immensa importanza per ridurre il numero dei casi. Il dibattito attorno all'idroclorochina, uno dei molti farmaci esistenti che sono stati sperimentati contro il nuovo Coronavirus nel tentativo di arginare l'emergenza, si è politicizzata dopo l'insistenza di Trump, che ancora domenica scorsa ha annunciato l'invio di due milioni di dosi del medicinale in Brasile come prevenzione per i lavoratori del settore sanitario.