Nuovo “Viaggiare sicuri”, Di Maio: rinnovata cultura sicurezza viaggi

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 lug. (askanews) - "In un contesto globale profondamente interconnesso ogni viaggio può presentare rischi. Per questo vogliamo promuovere una rinnovata cultura della sicurezza in viaggio accompagnata da una adeguata responsabilizzazione del viaggiatore". Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio prendendo la parola all'evento "Ripartiamo in sicurezza" per presentare il lancio del nuovo sito "Viaggiare Sicuri".

"Per prepararci a ogni spostamento l'Unità di Crisi mette a disposizione tre servizi - ha spiegato il titolare della Farnesina - Il portale 'Viaggiare Sicuri' che verrà presentato oggi in una veste completamente rinnovata grazie al progetto realizzato con Nuvol e Tim; il sito 'Dove siamo nel mondo' dove possiamo registrare e condividere con l'Unità di Crisi le informazioni relative al nostro viaggio e l'App Unità di Crisi che integra entrambi i servizi".

"Vogliamo che questa cultura della sicurezza in viaggio sia più accessibile e diffusa possibile. Per questo l'Unità di crisi da sempre all'avanguardia sul piano della tecnologia in prima linea oggi per la transizione verso i servizi digitali in collaborazione con Pagopa e grazie alla facilitazione della professoressa Paola Pisano ha aderito all'App Io che conta in Italia 28 milioni di utenti. Da oggi i servizi dell'Unità di Crisi saranno dunque accessibili anche tramite la App Io. Dal 12 luglio inoltre grazie al dipartimento dell'Informazione e dell'Editoria della presidenza del Consiglio dei ministri le reti Rai trasmetteranno una campagna di comunicazoone istituzionale di pubblica utilità che per la seconda volta vedrà la partecipazione a titolo gratuito di un testimonial d'eccezione come Aberto Angela", ha spiegato ancora il ministro.

"Questi che ho delineato sono solo i primi importanti tasselli di un più articolaro percorso di rinnovamento e innovazione digitale al servizio degli italiani che viaggiano all'estero per il quale l'Unità di Crisi e la Farnesina tutta sono da tempo al lavoro e continuerà a svilupparsi nei prossimi mesi. Crediamo infatti che sia fondamentale facilitare la diffusione della cultura della sicurezza e della responsabilità con tutti i mezzi che ci offre oggi la tecnologia come presupposto per assistere al meglio delle nostre capacità i connazionali che ne avranno necessità", ha concluso il capo della diplomazia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli