Nursing Up: sarà un autunno rovente, infermieri in piazza

Red/Gca
·1 minuto per la lettura

Roma, 29 lug. (askanews) - "Da Milano, la Piazza, in quel fatidico 4 luglio, con gli oltre mille infermieri scesi in strada per manifestare da tutte le regioni, ci ha consegnato nelle mani un mandato che dobbiamo portare avanti fino in fondo. Da quel giorno siamo più forti, più agguerriti che mai, lo dimostrano le associazioni, le organizzazioni e i movimenti di categoria che stanno rispondendo al nostro appello, e che ci stanno confermando giorno dopo giorno la loro volontà di aderire a un progetto storico, straordinario". Così Antonio De Palma, Presidente del Nursing Up, Sindacato Infermieri italiani, racconta di una "estate calda" dove sono in corso incontri, colloqui, per serrare le fila arrivare a organizzare qualcosa di unico, e sino a ieri impensabile. "Portare a Roma, davanti ai palazzi del Potere, gli Stati Generali degli Infermieri, rappresenta una realtà sempre più concreta", dice De Palma. "A settembre, nell'autunno più importante della storia recente degli infermieri, saremo migliaia, e combatteremo più uniti che mai per difendere quegli interessi contrattuali, economici e di ruolo che ci stanno a cuore da tempo. "Maipiucomeprima" sarà il nostro motto, coesione ed unità di intenti le nostre parole d'ordine, uniti per cominciare a porre le basi per creare, finalmente, un fronte monolitico di tutela degli interessi infermieristici". "Il lavoro di aggregazione va avanti ed altre organizzazioni stanno scendendo in campo per unirsi a noi. Non può esserci alcun rilancio della sanità se non si pensa " prima" ad una reale valorizzazione degli infermieri" conclude.