Nutella Biscuits introvabili, cosa è successo?

webinfo@adnkronos.com

'Croccanti biscotti con un irresistibile cuore cremoso di Nutella'. E' la descrizione che fa la Ferrero del loro nuovo prodotto che ha registrato un boom di vendite. I Nutella Biscuits, prodotti in Italia nello stabilimento di Balvano (piccolo centro lucano in provincia di Potenza), sono arrivati sul mercato più o meno tre settimane fa e hanno già conquistato i consumatori. C'è chi assicura di non aver trovato più una confezione sugli scaffali a distanza di mezz'ora. E su Amazon una scatola viene venduta a 12 euro, cioè quattro volte il prezzo consigliato da Ferrero.  

TI POTREBBE INTERESSARE: La pizza rende felici

Ma perché non si trovano? Sono state messe in commercio poche confezioni? Hanno raggiunto pochi supermercati? Giovanni Ferrero, amministratore delegato dell'omonimo gruppo, ha dichiarato che l'operazione sta andando secondo le aspettative. Quindi? 

"Il successo del prodotto è indiscutibile, le vendite sono state molto alte", dice all'Adnkronos Angelo Massaro, general manager di Iri, società di analisi di mercato. "La distribuzione è stata veloce e capillare ma il punto è che è stato venduto molto. La velocità di rotazione, cioè il tempo che intercorre tra l'arrivo nel punto vendita e l'acquisto da parte dei clienti, è stata nettamente superiore a quella di altri lanci - sottolinea l'esperto - prendiamo ad esempio un altro prodotto Ferrero, il B-ready, dopo tre settimane le vendite dei Nutella Biscuits sono oltre il doppio". "Nelle prime tre settimane sono state vendute due milioni e 600mila confezioni - afferma Massaro - per la Fererro vuol dire un fatturato di 8 milioni di euro".  

Insomma, nessun mistero: i biscotti alla Nutella hanno conquistato il cuore dei consumatori che hanno lasciato vuoti gli scaffali.