## NYT: Barr a Roma per indagare su teoria complotto contro Trump

Orm

Roma, 6 ott. (askanews) - L'arrivo a Roma del ministro della Giustizia Usa William Barr alla fine di settembre ha prima confuso, poi sorpreso i funzionari dell'ambasciata Usa. Che "hanno in seguito scoperto che (il ministro) ha aggirato i protocolli nell'organizzazione del viaggio nella capitale italiana, dove ha incontrato politici e funzionari dell'intelligence". Esordisce così un dettagliato articolo del New York Times sul filone italiano del Russiagate, secondo cui l'Atorney General, accompagnato da un procuratore di alto profilo come John H. Durham, sono sbarcati a Roma nell'ambito di una campagna di verifiche mirate "a supportare la tesi della cospirazione a lungo alimentata dal presidente Trump: che alcuni dei suoi più stretti alleati hanno tramato con lo 'Stato profondo' nel 2016 per impedire la sua elezione.

Se Durham trovasse fatti che smentiscano, anzi rovescino, la teoria della cospirazione tra il team di Trump e la Russia a scopi elettorali, fa notare il Times, per Trump sarebbe un gran colpo. Quindi il presidente ha cominciato a fare pressioni sui suoi collaboratori più affidabili affinchè scavino in tutti i 'filoni' del Russiagate, Italia inclusa.(Segue)