Nyt: "Usa, Europa e Ucraina divise su come dovrebbe finire la guerra"

(Adnkronos) - Gli Stati Uniti, l'Unione Europea e l'Ucraina non sono d'accordo su come dovrebbe finire la guerra della Russia. Lo scrive il New York Times, secondo cui, dopo tre mesi di "notevole unità" in risposta all'invasione russa, che ha portato alla fornitura di armi all'Ucraina e a un'ampia gamma di sanzioni finanziarie, c'è una crescente spaccatura sul da farsi nel prossimo futuro.

Mentre, da una parte, gli Stati Uniti definiscono la Russia un paese emarginato che deve essere tagliato fuori dall'economia mondiale, altri paesi, per lo più in Europa, avvertono del pericolo di isolamento e umiliazione del leader del Cremlino. Inoltre, le ambizioni di Washington durante la guerra sono cresciute.

Quello che è emerso come un tentativo di impedire alla Russia una facile vittoria sull'Ucraina è cambiato non appena l'esercito di Putin ha iniziato a commettere errori dopo errori, non riuscendo a catturare Kiev e poi Kharkiv. L'amministrazione Biden vede ora una possibilità per punire l'aggressione russa, indebolire Putin, rafforzare la Nato e l'alleanza transatlantica e inviare un segnale di avvertimento alla Cina. Vuole dimostrare che l'aggressività non dovrebbe essere ricompensata con acquisizioni territoriali. Ancora, profonde divergenze di opinione sono diventate ancora più evidenti durante il World Economic Forum di Davos, quando l'ex segretario di Stato americano Henry Kissinger ha affermato che l'Ucraina dovrebbe avviare negoziati con la Russia, anche se richiede concessioni.

"Gli europei non stanno nemmeno provando", scrive il quotidiano Usa, a bloccare l'importazione di gas russo. Allo stesso tempo, Francia, Italia e Germania sono preoccupate per il possibile prolungamento della guerra e temono danni alle proprie economie. Mentre la posizione del presidente Zelensky e dei suoi alleati occidentali sarà di particolare importanza se inizieranno veri colloqui sulla fine del conflitto. In precedenza, il consigliere del presidente del Comitato Esecutivo Mykhailo Podolyak ha affermato che l'Ucraina non può permettersi nessuna "Minsk" e dovrebbe liberare i territori. Tuttavia, ciò richiede tempo, armi, risorse e mobilitazione della società.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli