Obama rockstar alla Cop26 oscura Biden: "Sono il DJ Khaled di Kerry"

·1 minuto per la lettura

Ha ripetuto più volte di essere andato a Glasgow da "privato cittadino" ed ha tessuto le lodi dell'attuale inquilino della Casa Bianca, ma l'apparizione da rockstar di Barack Obama alla Cop26 ha sicuramente oscurato quella del presidente Joe Biden. Lo stesso ex presidente ha usato termini del mondo della musica per descrivere il suo ruolo di "hype man", cioè il rapper di supporto che prepara il pubblico alla performance, dell'attuale amministrazione Usa. "Sono il DJ Khaled di John Kerry", ha detto durante un incontro privato, paragonandosi al famoso rapper e produttore.

In ogni caso, l'entusiasmo e l'attenzione, anche polemica visto gli attacchi ricevuti dai giovani attivisti come Vanessa Nakate, suscitata da Obama non ha confronto con quella riservata alla partecipazione di Biden la scorsa settimana, quando la maggior parte dei giornali si sono concentrati soprattutto sul 'sonnellino' dell'anziano presidente durante i lavori del vertice.

Il fatto è che il presidente americano sembra avere anche all'estero i problemi di popolarità che da mesi lo perseguitano in patria, soprattutto in contrasto con l'entusiasmo che invece suscitava nel mondo il suo ex boss Obama. Per esempio, nel 2009 il 93% dei tedeschi aveva fiducia in Obama contro il 78% che ora ha fiducia in Biden, secondo i dati del Pew Research Center.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli