Obbligo vaccinale, addio dal 15 giugno: 3.3 milioni di over 50 non immunizzati

Vaccino
Vaccino

Dal 15 giugno 2022 non sarà più in vigore la legge sull’obbligo vaccinale. Si tratta del decreto numero 1 del gennaio 2022, convertito a marzo, che il governo non ha intenzione di prorogare nonostante i 3,3 milioni di over 50 non ancora immunizzati. La vaccinazione resterà dunque obbligatoria esclusivamente per i lavoratori del sistema sanitario (fino al 31 dicembre).

Obbligo vaccinale: addio dal 15 giugno

Nell’esecutivo non c’è infatti nemmeno stata una discussione sull’ipotesi di prorogare l’obbligo, perché si dà già per scontato che cesserà di esistere. Il suo effetto lo ha ormai prodotto, portando verso la vaccinazione un gran numero di over 50 e comminando sanzioni a coloro che si sono rifiutati di farla. Per ora, tra coloro che hanno ricevuto l’avviso e hanno già pagato, si contano circa 1.5 milioni di persone.

Un numero molto inferiore rispetto al totale di cittadini considerati non in regola, che ammonterebbero a circa 3,3 milioni comprendendo chi non ha fatto neanche una dose, chi non ha la seconda e chi non ha la terza. I dati non tengono tra l’altro conto di chi ha meno di 50 anni ma svolge una delle professioni per le quali è previsto l’obbligo, pertanto la cifra si alzerebbe ulteriormente.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli