Obbligo vaccinale, Bonomi: "Confindustria a favore"

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Sì, come sapete Confindustria è per l’obbligo vaccinale, perché attraverso l’obbligo vaccinale mettiamo in sicurezza la salute degli italiani". Lo dice Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, a margine della conferenza stampa di presentazione del film di Confindustria 'Centoundici. Donne e uomini per un sogno grandioso', cortometraggio d'autore con la regia di Luca Lucini, nell'ambito della 78esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica a Venezia.

"Purtroppo la politica non riesce a trovare una sintesi, credo anche dovuto al fatto che si avvicinano le elezioni amministrative, noi però dobbiamo mettere in sicurezza i luoghi di lavoro. Per la salute dei lavoratori e per avere un’economia sana che possa garantire tutta una serie di risorse importanti per il Paese", aggiunge Bonomi.

"L’unico strumento che noi abbiamo oggi -rimarca- è il green pass, quindi abbiamo chiesto al governo l’obbligatorietà del green pass nei luoghi di lavoro".

"Dovremmo lavorare insieme pur avendo differenze di opinioni -evidenzia il leader di Confindustria-. Credo che se ci mettiamo insieme con lo stesso spirito che hanno avuto i nostri genitori quando hanno ricostruito l’Italia una soluzione la troviamo. La mia preoccupazione è che invece si stia spingendo verso una radicalizzazione all’interno dei luoghi di lavoro sulla quale non abbiamo strumenti per intervenire. E questo dispiace, dispiace anche vedere una differenziazione all’interno delle maestranze: le mense e tante cose che potranno accadere. Questo non va bene e non è giusto"

"Chiediamo alla politica di assumersi le sue responsabilità e non lasciare gli imprenditori da soli in prima fila senza avere la possibilità di avere strumenti per potere intervenire. Serve il coraggio, il coraggio del futuro", sottolinea Bonomi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli