Obbligo vaccinale, per Conte sarebbe fuga in avanti

·1 minuto per la lettura

L'obbligo vaccinale sarebbe una fuga in avanti, perché ci sono persone che non riescono a prenotare la dose booster. Lo avrebbe detto, secondo quanto apprende l'Adnkronos, il leader M5S Giuseppe Conte durante l'assemblea congiunta dei gruppi 5 Stelle, con all'ordine del giorno le nuove misure per fronteggiare l'emergenza sanitaria.

Se ci sono chiusure ci devono essere ristori in contemporanea, è il senso del ragionamento espresso dal leader M5S. Tra le misure su cui l'ex premier ha posto l'accento, la proroga dell'equiparazione della quarantena a malattia fino alla fine dello stato d'emergenza. Conte ha parlato, inoltre, anche della proroga dell'indennità per gli infermieri.

Bisogna rafforzare il confronto con il Parlamento, è la critica "costruttiva" rivolta al governo da Conte. L'ex premier avrebbe parlato di una eccessiva decretazione d'urgenza da parte dell'esecutivo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli