Obbligo vaccinale per docenti e green pass su treni e aerei: verso il nuovo provvedimento

·2 minuto per la lettura
Decreto scuola trasporti
Decreto scuola trasporti

Dovrebbe avere luogo domani la cabina di regia chiamata a discutere sulle nuove misure da mettere in campo per scuola, trasporti e tamponi: le posizioni all’interno della maggioranza sembrano essere ancora distanti, con Speranza che spinge per imporre subito il vaccino a docenti e ai lavoratori della scuola e Salvini che chiede di rinviare a settembre anche la decisione sui viaggi.

Decreto su scuola e trasporti

Il primo punto su cui il governo discuterà sarà il rientro a scuola a settembre. L’obiettivo è quello di ripartire con la didattica in presenza al 100% mantenendo tutte le attività aperte. Gli esperti suggeriscono di disporre l’obbligo vaccinale per i docenti e il personale scolastico, ipotesi che l’esecutivo sta vagliando insieme alle conseguenze per chi rifiuterà di immunizzarsi.

Il governo potrebbe inoltre decidere di intervenire con provvedimenti solo in quelle aree dove è troppo basso il numero di insegnanti e dipendenti immunizzati. Al momento sono quattro i territori, dove l’adesione del personale della scuola è molto sotto la media nazionale: Liguria (39,82%), Sicilia (53,16%), Calabria (64,25%) e Sardegna (66,48%).

Decreto su scuola, trasporti e tamponi

In secondo luogo si deciderà sull’estensione del green pass a treni, aerei e navi. Si tratta di una misura che sembra ormai certa: resta solo da capire quando farla partire. La linea rigorista vorrebbe fissarlo già dal 6 agosto, ma ci sono molte perplessità perché la norma avrebbe un effetto negativo sul turismo e costringerebbe alla disdetta molti cittadini non vaccinati che hanno già prenotato.

Verrà infine disposta una diminuzione del costo dei tamponi per venire incontro a chi non possiede ancora il green pass per guarigione o vaccinazione e che dal 6 agosto si troverà costretto ad effettuare test per recarsi in cinema, teatri, bar e ristoranti per consumazione al tavolo. La struttura del commissario Francesco Paolo Figliuolo firmerà un protocollo di convenzione con le farmacie che stabilisce due fasce di prezzo per i cittadini, calmierato, tra chi ha meno di 18 anni e chi invece è maggiorenne.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli