Obbligo vaccinale per gli over 50 e Green pass in banca e negozi: le regole da conoscere

·3 minuto per la lettura
REUTERS/Guglielmo Mangiapane
REUTERS/Guglielmo Mangiapane

E' stato pubblicato in Gazzetta ufficiale ed è in vigore dall'8 gennaio, l'ultimo decreto legge anti-Covid che contiene, tra l'altro, l'obbligo vaccinale per gli over 50. Previsto anche l'obbligo di Green pass base o rafforzato per numerose attività. Ecco tutte le regole da conoscere. 

GUARDA LA TABELLA DELLE ATTIVITA' CONSENTITE CON GREEN PASS BASE O RAFFORZATO

Obbligo di vaccino per gli over 50. Nel decreto si legge che gli over 50 che l'1 febbraio non saranno vaccinati - o non avranno completato il ciclo vaccinale o saranno senza booster "entro i termini di validità delle certificazioni verdi" - saranno sanzionati con una multa di 100 euro. Dopo la ricezione del provvedimento, si avranno 10 giorni per comunicare alla Asl eventuali esenzioni o differimenti. Per chi ha più di 50 anni scatta anche l’obbligo di green pass rafforzato, quello che si ottiene se vaccinati o guariti, per andare al lavoro: l'obbligo sarà in vigore dal 15 febbraio.
Gli over 50 che si recheranno al lavoro senza Super Green Pass rischiano la stessa sanzione prevista per gli altri lavoratori: sospensione, senza retribuzione; multa da 600 a 1.500 euro se colto sul luogo di lavoro; in caso di reiterata violazione la sanzione è raddoppiata. Per gli altri lavoratori basta il green pass base, sia nel pubblico e sia nel privato. 

LEGGI ANCHE: Obbligo vaccinale per over 50, Mattarella firma il nuovo decreto: le regole previste

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Vaccini Covid, anche per gli atleti scatta l’obbligo vaccinale

Il decreto ha introdotto l’obbligo vaccinale per il personale universitario.
Resta l’obbligo di mascherina all'aperto e al chiuso in tutta Italia fino al 31 gennaio. Sui mezzi di trasporto si deve indossare la Ffp2. L'obbligo vale anche per i bambini a partire dai 6 anni.

LEGGI ANCHE: Freccero: "Questi non sono vaccini ma soltanto farmaci, obbligo è incostituzionale"

Dal 10 gennaio il green pass rafforzato sarà obbligatorio in alberghi e strutture ricettive, feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, sagre e fiere, centri congressi, servizi di ristorazione all’aperto, impianti sciistici, palestre, piscine , centri natatori, sport di squadra e i centri benessere anche all’aperto, centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto; aerei, treni e navi, trasporto pubblico locale.

LEGGI ANCHE: Scatta l'obbligo vaccinale per gli over 50, nuove norme e sanzioni in vigore da oggi

Dal 20 gennaio servirà il green pass base per andare dal parrucchiere, dal barbiere e nei centri estetici. Negli altri negozi dall'1 febbraio 2022, fatti salvi i negozi alimentari, le farmacie e i negozi che vendono prodotti essenziali.

LEGGI ANCHE: Obbligo vaccinale over 50, Speranza: “Scelta forte e giusta per alleggerire ospedali”

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Obbligo vaccinale over 50: cosa succede a chi rifiuta il vaccino? Sanzioni e limitazioni stabilite per i no vax

Le feste restano vietate fino al 31 gennaio 2022. La capienza massima degli stadi all’aperto è al 50% dei posti disponibili, al chiuso scende al 35%.

LEGGI ANCHE: Covid Italia, epidemia peggiora: in vigore obbligo vaccinale over 50

In zona arancione chi non ha il green pass rafforzato non può uscire dal proprio comune di residenza se non per motivi di "lavoro, necessità, salute o per servizi non sospesi ma non disponibili nel proprio comune"; non può accedere agli impianti di risalita delle piste da sci; non può accedere ai centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi; non può partecipare ai corsi di formazione in presenza; non può praticare sport di contatto.

LEGGI ANCHE: Covid, Mattarella firma nuovo decreto con obbligo vaccino

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Covid, come si ri-ottiene il green pass dopo la guarigione?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli