Obbligo vaccino per docenti, è scontro

·2 minuto per la lettura

Si accende il dibattito sull'obbligo vaccinale per gli insegnanti. "Ci troveremo questa settimana con il Consiglio dei ministri e ci sarà una decisione collegiale. Certamente io porterò i risultati del Cts, che ovviamente presenterò a tutti", dice il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi. "Attualmente siamo all'84%, come ha detto il generale Figliuolo, per la prima dose e al 75% per la seconda dose. C'è stata quindi una risposta molto responsabile e terremo conto anche di questo - ha aggiunto - Noi stiamo lavorando giorno e notte per riaprire in presenza nelle condizioni di sicurezza, poi sarà il governo nella sua collegialità a decidere".

"Le vaccinazioni sono una priorità assoluta", afferma il segretario del Pd Enrico Letta aggiungendo: "Invitiamo il governo a prendere iniziative, le più stringenti possibili". "Le parole del ministro Bianchi vanno esattamente nella direzione che noi auspichiamo - afferma ancora - La Dad è stata un disastro come testimonia il drammatico affresco fornito dai dati Invalsi che obbliga tutti a uno scatto. E uno scatto vuol dire che tutti dobbiamo impegnarci a far sì che l'anno prossimo non ci sia Dad, che l'anno prossimo le scuole rimangano aperte, ovviamente in sicurezza sia per insegnanti che per gli studenti". Il segretario dem si era già espresso sull'obbligo vaccinale: "Io sono tra quelli che sono favorevoli. Ci sono già obblighi vaccinali, non ci stiamo inventando una cosa totalmente nuova. Con tutto quello che è successo in quest’anno e mezzo, mi chiedo cosa ancora dobbiamo aspettare".

Di tutt'altro avviso è il leader della Lega Matteo Salvini: ''Si può consigliare agli insegnanti di farsi vaccinare, non obbligarli. I numeri dimostrano che nessun minorenne è morto fino ad ora di solo Covid. E gli insegnanti non vaccinati, chi potrebbero mai infettare? I minorenni appunto... Quindi non solo d'accordo sull'obbligo per gli insegnanti e sull'obbligo in generale".

"Dobbiamo dare l'obbligo vaccinale per lo meno a due categorie: mondo sanitario e scolastico. Non so se ci sarà la forza di farlo, io lo avrei fatto": interviene così nel dibattito Matteo Renzi, leader di Iv.

"Sui vaccini non sono ammissibili ambiguità da parte di nessuna forza politica. Dalla campagna di vaccinazione dipende la ripartenza e il futuro del Paese", bacchetta il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli