Occhio alla privacy: come evitare che qualcuno di Apple ascolti i tuoi dialoghi con Siri

Apple ascolta le nostre conversazioni con Siri per valutare la qualità del servizio (Getty)

Qualcuno potrebbe sempre ascoltarci. Anche quello che diciamo a Siri, per esempio. Un recente report del Guardian, infatti, ha rivelato che alcuni dipendenti a contratto avrebbero il compito di controllare la qualità del servizio offerto da Siri, ascoltando le conversazioni tra gli utenti e l’assistente virtuale per sincerarsi che tutto fili liscio. Un poco invadente.

La privacy

Molti di questi file audio avrebbero avuto al proprio interno informazioni sensibili, come posizione geografica, nomi e contatti di altre persone. Ma non solo, tra queste registrazioni emergerebbero anche affari criminali legati al traffico di droga, dialoghi tra medico e paziente, fino a rapporti sessuali. Insomma pare che la privacy sia a rischio.

La replica di Apple

Da Cupertino hanno risposto al Guardian affermando che le registrazioni vengono scisse dall’Apple Id e che le persone che ascoltano devono rispettare requisiti di sicurezza e privacy rigorosi. Solo l’1% delle attivazioni di Siri viene coinvolta e solo per pochi secondi. Nessun rischio per la privacy, secondo Apple.

Prevenire è meglio che curare

Per evitare problemi di sorta, ed essere certi che nessuno possa ascoltare quello che ci diciamo, in gran segreto, con Siri, c’è un metodo da seguire. L’utente Jan Kaiser, infatti, ha condiviso su Twitter un metodo per iOS per disattivare la registrazione dei comandi di Siri lato server, tramite GitHub. Ecco come fare:

  1. Direttamente da iPhone e iPad scaricare da GitHub il pacchetto chiamato “Prevent server-side logging of Siri commands.mobileconfig”;

  2. Passare alla visualizzazione Raw, fare tap su Allow per scaricare il profilo;

  3. Completare l’installazione da Impostazioni facendo tap su Install.