Ocean Viking chiede un porto a Italia e Malta: ha 422 migranti a bordo

Fabio Greco
·2 minuto per la lettura

AGI - La frequenza delle partenze di migranti nel Mediterraneo si intensifica, prima che il maltempo arrivi nell'area, previsto per la notte tra domenica prossima e lunedì, mentre resta in attesa di assegnazione di un porto da Italia e Malta Ocean Viking, con a bordo 422 persone. Un barcone con 67 persone di varie nazionalita' e' stato bloccato e soccorso nelle acque antistanti Lampedusa. Il gruppo e' stato portato all'hotspot di contrada Imbriacola, dove tutti i migranti sono stati sottoposti a tampone rapido anti-Covid. In 55, invece, sbarcati nelle ore precedenti, sono stati trasferiti sulla nave quarantena "Allegra" che si trova in rada nella piccola isola siciliana. Tra i 67 vi sono: 16 donne; 13 minori accompagnati e 8 non (due sotto i 12 anni). Partiti da Zuara, i migranti sono arrivati in autonomia fino a Lampedusa. Tra le nazonalita' vi sono Sudan, Guinea, Egitto, Costa d'Avorio, Mali, Libia, Palestina.
    Non vi sono notizie certe, ancora, di 130 migranti, su un barcone per il quale aveva ieri lanciato un appello Alarm Phone. Tra loro vi sono "donne incinte e bambini. Urlavano, erano chiaramente in una situazione di grave pericolo", aveva affermato la ong sottolineando di avere perso i contatti con l'imbarcazione. La stessa ong aveva segnalato la presenza di altri 110 migranti alla deriva, poi soccorsi da Ocean Viking, mentre e' probabile che siano stati intercettati e riportati in Libia 30 migranti a bordo di un barcone avvistato ieri. Dalla nave di Sos Mediterranee, che ha chiesto un Place of Safety a Malta e Italia, e' stata evacuata oggi una donna incinta, accompagnata dal proprio compagno: un elicottero delle forze armate de la Valletta li ha portati a Malta. La nave resta in attesa dell'assegnazione, nelle stesse ore in cui Matteo Salvini, da sempre fautore della chiusura dei porti, negozia il proprio ingresso in un eventuale governo guidato da Mario Draghi.
    La nave Astral di Open Arms, dal canto suo, ha fatto sapere di essersi messa in viaggio verso la zona di ricerca e soccorso. "Continuiamo a monitorare - si legge in un tweet di questa mattina - le segnalazioni di imbarcazioni in pericolo da ieri. C'e'bisogno di tutto il supporto possibile in un mare privo di soccorsi governativi". Ieri Astral aveva localizzato una barca alla deriva con 45 persone. Viaggiavano da tre giorni nel Mediterraneo. Questi migranti sono stati trasferiti a Lampedusa a bordo di una vedetta della Guardia Costiera italiana.