Ocean Viking, Msf chiede sbarco in porto sicuro al più presto -2-

Fco

Roma, 22 ago. (askanews) - "Ogni giorno che passa vedo la salute mentale delle persone soccorse deteriorarsi in modo preoccupante", ha aggiunto Pigozzi, "Vivono nel terrore di poter essere riportate in Libia, dove sono state esposte a violenti abusi e detenzione arbitraria. In molti hanno tentato più di una volta la fuga dalla Libia ma sono stati intercettati dalla Guardia costiera libica, finanziata dall'Europa, che li ha riportati nei centri di detenzione. Alcuni sono sopravvissuti a naufragi o bombardamenti. Tutti hanno bisogno di sicurezza. Come medico, non posso accettare le loro inutili e prolungate sofferenze". (Segue)