Ocse: a dicembre inflazione sale al 2,1%, pesano prezzi energia

Ocse: a dicembre inflazione sale al 2,1%, pesano prezzi energia

Parigi, 4 feb. (Adnkronos) – L'inflazione tendenziale nell'area dell'Ocse, a dicembre, è salita al 2,1% dall'1,8% di novembre 2019. Lo rende noto l'organizzazione internazionale con sede a Parigi. A spingere l'inflazione sono soprattutto i prezzi dell'energia che sono cresciuti del 2,2% dopo una contrazione dell'1% a novembre.

A dicembre l'inflazione tendenziale è aumentata in Francia (all'1,5% dall'1% a novembre), in Germania (all'1,5%, dall'1,1%), in Giappone (allo 0,8%, dallo 0,5%), in Italia (allo 0,5%, da 0,2%) e negli Stati Uniti (al 2,3%, dal 2,1%). Stabile in Canada (al 2,2%), mentre è leggermente diminuita nel Regno Unito (all'1,4%, dall'1,5%). L'inflazione annuale nell'area dell'euro è aumentata all'1,3% a dicembre, rispetto all'1% a novembre. L'inflazione annuale nell'area del G20 è aumentata al 4% a dicembre, rispetto al 3,7% a novembre.