Ocse: in secondo trim. calo record per reddito famiglie italiane, -7,2%

·1 minuto per la lettura
Ocse: in secondo trim. calo record per reddito famiglie italiane, -7,2%
Ocse: in secondo trim. calo record per reddito famiglie italiane, -7,2%

Roma, 12 nov. (Adnkronos) – Va alle famiglie italiane il poco invidiabile primato per quelle che, fra le principali economie avanzate, hanno perso la quota maggiore di reddito reale con un calo del 7,2% nel secondo trimestre 2020, quello più impattato dagli effetti della pandemia. Lo certifica l’Ocse che oggi ha diffuso statistiche trimestrali da cui emerge come in realtà "nonostante il calo significativo (-10,6%) del PIL reale pro capite nell'area, il reddito reale delle famiglie pro capite, che fornisce un quadro migliore dei cambiamenti nel benessere economico delle famiglie, è aumentato di 5,3% grazie alle misure di sostegno" varate dai rispettivi governi. Oltre all’Italia il segno meno per il reddito familiare reale pro capite ha riguardato e in Germania, Francia, Regno Unito rispettivamente a -1,2%, -2,3%, -3,4%.

L’Organizzazione segnala come nella maggior parte dei paesi membri "il reddito disponibile delle famiglie ha avuto performance migliori del PIL" con Canada e Stati Uniti che hanno registrato una crescita del reddito familiare pro capite rispettivamente dell'11,0% e del 10,1%.

L’Ocse invita tuttavia, a valutare con cautela i dati nazionali dal momento che "il significativo aumento del reddito familiare negli Stati Uniti riflette le caratteristiche importante, ma temporaneo, del sostegno governativo fornito ad aprile 2020". In generale nell'area OCSE, l’andamento divergente tra Pil e reddito familiare ha determinato il più grande divario positivo registrato tra le due misure (15,1 punti percentuali).