Oddati riunisce deputati su Sud: disagio e povertà priorità Pd

Pol/Tor

Roma, 17 lug. (askanews) - Si è svolta nel pomeriggio una prima riunione dei deputati Dem del Mezzogiorno con il responsabile della segreteria nazionale del Partito Democratico, Nicola Oddati.

"L'incontro - spiega Oddati - è stato molto interessante e partecipato. Si è discusso di come rilanciare l'azione politica dei democratici sui temi che riguardano il Sud del Paese, partendo dalla comune consapevolezza che è necessario un impegno costante e deciso a sostegno delle aree del Mezzogiorno d'Italia che ancora oggi scontano un ritardo di crescita e sviluppo. Bisogna recuperare un pensiero meridionale e mettere in campo delle proposte concrete per combattere il disagio e la povertà, la forte disoccupazione sopratutto giovanile, le forme di criminalità ancora radicate, la carenza di infrastrutture essenziali e di investimenti privati".

"Partendo dalla consapevolezza di voler valorizzare le tante eccellenze e capacità, il Sud accetta la sfida dell'efficienza e del dinamismo a condizione di avere parità di condizioni e opportunità rispetto ad altre aree del Paese. Su questa premessa, si ragionerà di idee progettuali sostenibili e concrete, in grado di incidere davvero nel dibattito politico", aggiunge Oddati.

"In particolare, va elaborata una proposta che miri a cogliere le opportunità dell'autonomia senza mettere a rischio l'unità d'Italia e senza creare cittadini di serie A o di serie B su alcuni servizi pubblici essenziali, quali scuola, sanità e welfare. E dobbiamo elaborare proposte per un grande piano del lavoro nella P.A. del Mezzogiorno, così come su un innovativo programma di consolidamento della rete infrastrutturale e di incentivi agli investimenti pubblici e privati, sul modello delle zone economiche speciali. Insomma, c'è tanto lavoro da fare. Ma si è avviato il percorso. È una sfida entusiasmante", conclude il dirigente PD.

Alla fine della riunione si è deciso di presentare un'interpellanza al governo per fare chiarezza sui conti della spesa territoriale e sul suo andamento. Un analogo incontro è previsto martedì con i senatori