Ode al chiosco, con la Biennale torna lo spazio per riviste indie

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 16 apr. (askanews) - In occasione della 59esima Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, un piccolo chiosco si trasforma, per un solo pomeriggio, in una piattaforma discorsiva per riviste indie e pubblicazioni d'artista di tutto il mondo. Situata proprio tra le due sedi espositive principali - i Giardini e l'Arsenale - l'edicola "Il Gazzettino" su Via Garibaldi a Castello diventerà un punto di incontro clou e temporaneo per i visitatori delle giornate di anteprima a Venezia. Qui, persone del mondo globale delle arti si incontreranno con la comunità locale in un ambiente informale e invitante per incontrarsi, discutere, scambiare e connettersi.

Il progetto è una celebrazione della stampa auto-pubblicata e un'ode alla tipologia urbana del chiosco come spazio democratico per la dispensazione di conoscenza e informazione. L'evento pop-up senza barriere organizzato dallo Studio Lukas Feireiss & Friends è aperto a tutti e tutte dalle 15 alle 21 di giovedì 21. Aprile 2022.

Tra le varie riviste che verranno presentste anche un progetto italiano che guarda alla scena internazionale: Nova Express, rivista che cerca il polso del contemporaneo in tutte le sue manifestazioni, all'insegna di una costante vocazione multidisciplinare. Dopo l'uscita di un numero zero da collezione, debutta a Venezia il primo numero, con firme come Hans Ulrich Obrist, Gian Maria Tosatti, Giovanna Silva, Francesca Ferrari, Gianluigi Ricuperati. Un ampio focus di immagini e testo sarà anche dedicato all'Ucraina.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli